Stampa

S. Maria Assunta - Campodarsego
Campodarsego
LA STORIA

Il primo documento storico che parla di una “villa Campi de Arsico” è del 1199. Il toponimo Arsico indica probabilmente un fiume spesso in secca, arsus appunto. La chiesa intitolata a San Martino e costruita con mattoni recuperati da costruzioni romane faceva parte di quelle elencate nella decima papale del 1297 come soggetta alla pieve di San Giorgio delle Pertiche, dalla quale dipendeva anche Santa Maria di Panigale (o Campaniga o Ronchetti di Campanigalli). Nei due secoli seguenti quest’ultima venne retta dal curato di Campodarsego. Nel 1908 un decreto vescovile ne sancì definitivamente l’unione e la parrocchiale aggiunse al titolo di san Martino quello di Santa Maria assunta. Non si conosce la data della sua prima ricostruzione, probabilmente settecentesca, visto che l’edificio venne consacrato nel 1795. Ma ai primi del Novecento era pericolante, così che nel 1904 iniziarono i lavori di una chiesa in stile romanico-gotico, ultimata nel 1908 e consacrata nel 1945.

L'ARTE

Portano tutte la firma di artisti del Novecento le opere d’arte che decorano la parrocchiale di Campodarsego. Tra queste, un mosaico a pasta vitrea raffigurante due angeli nell’atto di incoronare la Vergine collocato a coronamento dell’altare della Madonna. L’opera fu eseguita tra il 1900 e il 1949. È in mosaico anche l’immagine del catino absidale (nella foto), opera di Angelo Gatto che l’ha realizzato nel 1992: al centro è visibile Gesù Cristo risorto e benedicente con a lato due angeli. In facciata è presente un bassorilievo del 1983 in terracotta modellata che reca la firma di Giuseppe Gato e che raffigura san Martino nel classico gesto di donare metà del proprio mantello a un povero.

FESTE

Titolare: santa Maria assunta e san Martino vescovo; festa patronale: metà di agosto.
Festa di san Martino: 11 novembre.


Stampa
Copyright 2010 La Difesa del Popolo - www.difesapopolo.it