Stampa

S. Marco Evangelista - Camposampiero
S. Marco in Camposampiero
LA STORIA

Il nome di Campo Orcone, o Arcone, era riferito anticamente alla parte del territorio di Camposampiero, con la sua chiesa di San Marco, che era vicino all’omonimo corso d’acqua. Nel suo testamento Gherardino, figlio di Gherardo II, lascia infatti nel 1180 40 soldi alla chiesa di San Marco di Campoarcono. La chiesa venne ricostruita intorno al 1450, come la vicina San Pietro. A causa della povertà dei fedeli, il comune dovette devolvere alle due chiese gli introiti dei pascoli comunali. Il vescovo Barozzi nella visita del 1488 definisce la chiesa di San Marco come cappella di San Giorgio delle Pertiche e la consacra il 25 settembre 1496. Venne ingrandita e decorata nel 1673 dal patrizio veneziano Vittore Bondumier che in zona aveva palazzo e terreni. Nel 1744 il cardinale Rezzonico la trovò sistemata. Sul nome ufficiale di San Marco di Campo Arcono si impose man mano quello popolare di San Marco di Camposampiero.
Il 20 dicembre 2009 si è inaugurata la chiesa e la canonica dopo i lavori di restauro, tinteggiatura, pulitura arredi, rifacimento degli impianti elettrici e sonori e due nuove campane. È in atto il restauro dell’organo.

L'ARTE

Nella chiesa di San Marco è visibile un affresco della prima metà del Cinquecento attribuito dalla critica a Jacopo Bassano: della scena, che rappresenta l’Adorazione dei pastori (nella foto), colpisce come il pittore abbia definito l’estrema povertà della capanna in cui è nato il Redentore. Tra le travi sconnesse si riconosce un pavone, animale che gli antichi pensavano non si decomponesse e quindi simbolo dell’immortalità e della risurrezione di Cristo.
Nella controfacciata un dipinto cinquecentesco mostra la Madonna in trono tra san Marco Evangelista, san Giovanni Battista, san Girolamo, sant’Antonio di Padova e san Giorgio di Lydda (foto in copertina, in centro) attribuito a Dario Varotari. Fino al 1923 l’opera decorava l’altare maggiore. Il soffitto presenta due oli su tela della fine del Seicento forse riferibili a Sebastiano Ricci; rappresentano San Marco evangelista e l’

FESTE

Titolare: san Marco; festa patronale: 25 aprile (una settimana attorno a questa data).


Stampa
Copyright 2010 La Difesa del Popolo - www.difesapopolo.it
?