Stampa

S. Michele Arcangelo - Cervarese Santa Croce
Montemerlo
LA STORIA

Il toponimo Monte Merlo, o Monte Merulo, compare in diversi atti dal 1106 in poi, con la variante latinizzata Mons Meruli. La chiesa, presente nella decima papale del 1297, dipendeva dalla pieve di Teolo. Nel 1572 ricevette la visita del vescovo Ormaneto e nel 1704 quella del cardinale Giorgio II Corner. Il cardinale Rezzonico, nel 1747, registrò l’edificazione del campanile. La piccola chiesa fu ampliata e innalzata nel 1813, subendo ripetuti interventi di restauro a metà dell’800, e poi nei primi due decenni del secolo scorso. Restauri che interessarono anche il campanile, la cui cuspide settecentesca venne sostituita nel 1911 da una torre a merlatura ghibellina. Nel Novecento, con l’aumento della popolazione, fu eretta una nuova chiesa a tre navate, inaugurata nel 1953.

L'ARTE

È opera dell’artista viennese Egidio da Wiener Neustadt la scultura in pietra gallina raffigurante San Michele arcangelo, collocata in una cappella laterale della parrocchiale di Montemerlo e dichiarata nel 1923 monumento nazionale. Commissionata dall’usuraio padovano Benvenuto Bazioli, fu eseguita nel 1425 e collocata nella cappella dedicata all’arcangelo annessa alla chiesa cittadina di San Leonino (detta popolarmente di San Violin), dove rimase finché non fu acquistata nel 1837 dal parroco di Montemerlo. Era originariamente collocata in un’apposita nicchia dell’antica parrocchiale e poi dietro l’altar maggiore del nuovo tempio. È stata restaurata nel 2003. Provengono dall’ex parrocchiale il dipinto realizzato nel1868 da Antonio Bertolli e raffigurante il Martirio di San Pancrazio e la pala di San Michele collocata nel catino absidale, opera coeva del padovano Vincenzo Gazzotto.

FESTE

Titolare: san Michele; ricorrenza patronale: 29 settembre, festa della famiglia; la sagra si svolge la terza domenica di luglio, festa del Santissimo Redentore.


Stampa
Copyright 2010 La Difesa del Popolo - www.difesapopolo.it
?