Stampa

Maternita' della Beata Vergine Maria - Padova
Altichiero in Padova
LA STORIA

Fin dall’11° secolo esisteva in zona una curazia, ma secondo la tradizione il cristianesimo giunse quando i primi evangelizzatori del Veneto risalendo il Brenta approdarono qui e piantarono il crocifisso (da cui il toponimo Croce). L’antica chiesa, una delle nove della pieve di Torre, era dedicata a sant’Eufemia e sarebbe sorta sul sito di un antico santuario paleoveneto. La visita pastorale del vescovo Ormaneto nel 1572 registra che l’edificio aveva tre altari, campanile e cimitero. A fine Cinquecento furono aggiunti fonte battesimale e sagrestia, mentre ulteriori ristrutturazioni seguirono nei secoli successivi. Nel Novecento, il rapido aumento della popolazione e l’istituzione della nuova parrocchia di Sacro Cuore rese decentrata rispetto al quartiere la primitiva parrocchiale. Il nuovo edificio più capiente e facilmente raggiungibile fu iniziato nel 1939 in contrada Croce su progetto degli ingegneri Ceschi e De Besi che recuperarono motivi romanici. L’inaugurazione avvenne nel 1956. Solo nel 1967 la dedicazione a sant’Eufemia venne sostituita con l’attuale. 

L'ARTE

La moderna parrocchiale di Altichiero ospita alcune opere d’arte che in origine ornavano la chiesa antica di Sant’Eufemia. Tra queste, i 14 tondi lignei, laccati e dorati, dipinti con gli episodi della Via Crucis, appesi nella parete destra della navata. Vengono fatti risalire ad artisti di provenienza veneta e datati intorno alla prima metà del 19° secolo. Portano invece la firma di Orlando Sorgato una vetrata in pasta colorata, cotta a fuoco e legata a piombo raffigurante santa Giustina (nella foto) realizzata alla fine del secolo scorso e un trittico a tempera su tavola del 1968 con, al centro, la Madonna con Gesù bambino fra due angeli, mentre nella predella trovano posto l’Annunciazione, la Natività e la Crocifissione. Di notevole interesse l’organo, realizzato da Gaetano Callido nel 1802, ricostruito da Bruno Zordan nel 1865 e restaurato nel 2005. Nel presbiterio trova collocazione anche un San Giovanni Evangelista in legno intagliato e dipinto dal gardenese Herberth Prinoth.

FESTE

Titolare: Maternità di Maria
Festa patronale: 1° gennaio (si festeggia la seconda domenica di ottobre).

LUOGHI SACRI MINORI

Ex parrocchiale di Sant’Eufemia (Museo archeologico ambientale delle acque del Padovano). Oratorio di San Gaetano Thiene annesso a villa Martini in via Altichiero (si celebra una messa all’anno e si recita il rosario a maggio).


Stampa
Copyright 2010 La Difesa del Popolo - www.difesapopolo.it