Stampa

S. Giovanni Battista in Pontevigodarzere - Padova
Pontevigodarzere in Padova
LA STORIA

L’idea di costruire una chiesa a Pontevogodarzere fu dell’arciprete di Torre, che negli anni Venti veniva ogni domenica a celebrare nel lontano oratorio intitolato a san Giovanni battista. L’idea fu accolta dal vescovo Pelizzo che pensò all’erezione di una nuova parrocchia. La nuova chiesa, a una sola navata di stile romanico, fu inaugurata nel 1924, sebbene ancora incompleta. L’anno seguente fu eretta la parrocchia, con territorio di Altichiero, Arcella, Mejaniga e Torre. Per il rapido sviluppo demografico, parte del suo territorio è in seguito passata a San Carlo, San Gregorio Barbarigo e San Bellino. Negli ultimi anni, la chiesa è stata riportata al suo disegno primitivo e rinnovata quasi completamente, rendendola degna di essere finalmente “dedicata” nel 1994.
Con il rinnovamento di tutto il complesso parrocchiale si è mirato a rendere sempre più viva la chiesa e l’intera comunità. A tal fine, nel 1992 è stata celebrata per il popolo una missione parrocchiale, rinnovata poi nella missione cittadina.

L'ARTE

Il dipinto raffigurante la Madonna con il Bambino e san Giovanni battista (nella foto) collocato nella chiesa parrocchiale di Pontevigodarzere apparteneva un tempo all’oratorio degli Angeli custodi alla Guizza. Datata 1630, la tela raffigura il Battista che offre un agnello a Gesù bambino alla presenza di un angelo musicante. Per l’opera è stato proposto il nome del pittore Alessandro Varotari detto il Padovanino, tra i rappresentanti più significativi del filone tradizionalista e classicheggiante della pittura veneta del primo Seicento. Il dipinto con il Battesimo di Gesù Cristo del presbiterio è stato realizzato da artisti veneti a cavallo tra Sette e Ottocento.

 

 

FESTE

Titolare: san Giovanni; festa liturgica: 24 maggio; la sagra si svolge indicativamente dal 19 al 24 del mese.


Stampa
Copyright 2010 La Difesa del Popolo - www.difesapopolo.it