Stampa

S. Giovanni Bosco - Padova
S. Giovanni Bosco in Padova
LA STORIA

Affidata sin dalla sua fondazione ai Salesiani, la parrocchia di San Giovanni Bosco è nata il 31 ottobre 1957 dal parziale smembramento delle vicine comunità di Bassanello, Mandria e Voltabrusegana. Nella stessa data è stata benedetta la chiesa parrocchiale, consacrata dal vescovo Bortignon l’8 giugno 1963. Il 3 ottobre 1964 è la data d’inaugurazione della scuola materna Mamma Margherita, affidata alle Figlie di Maria ausiliatrice, e il 9 giugno ’66 del patronato maschile con annessi cinema teatro e campi sportivi. Il primo oratorio, opportunamente restaurato, ospita ora il pensionato universitario San Giovanni Bosco. Nel 1986 venne infatti costruita una nuova sede per le opere parrocchiali, più funzionale e più vicina alle attrezzature sportive; sede che è stata a più riprese ampliata, migliorata e attrezzata; è prevista a breve una nuova sistemazione dei locali dell’oratorio.

L'ARTE

Nella controfacciata della chiesa di San Giovanni Bosco una tela cinquecentesca attribuita al pittore padovano Domenico Campagnola raffigura (nella foto). Al centro è ritratta la Vergine con Gesù Bambino e san Giovannino mentre alle spalle sono collocati sant’Antonio abate, santa Caterina d’Alessandria con l’anello del matrimonio mistico con Gesù e, sulla destra, il committente inginocchiato in preghiera. Il dipinto proviene dall’oratorio della Beatissima Vergine, costruito lungo via Armistizio e annesso alla perduta villa Lion. Tale oratorio rimase aperto al culto pubblico fino al 1957.
La statua lignea raffigurante san Giovanni Bosco è opera dello scultore gardesano Giacomo Vincenzo Mussner e venne donata nel 1969 da un gruppo di ex allievi dell’attiguo collegio salesiano. Il paliotto d’altare a bassorilievo è di Luigi Strazzabosco.


Stampa
Copyright 2010 La Difesa del Popolo - www.difesapopolo.it
?