Stampa

S. Marco Evangelista - Lastebasse
Lastebasse
LA STORIA

In origine Lastebasse, il cui toponimo richiama i piani rocciosi della zona, si trovava più in alto, verso Folgaria. C’era un oratorio dedicato ai santi Fermo e Rustico, ma mancando il sacerdote i fedeli frequentavano la vicina chiesa di San Sebastiano, curazia di Folgaria. Nel secondo convegno di Rovereto tra Austria e Venezia, del 1750-54, per evitare contrasti di confine tra i cittadini soggetti all’Austria e quelli dipendenti da Venezia, fu intimato a questi ultimi di stabilirsi lungo la valle dell’Astico, dove Lastebasse si trova attualmente. Nel 1760 Venezia vi fece costruire la chiesa di San Marco, con un cappellano stabile. L’anno successivo la chiesa fu elevata a parrocchia dal vescovo Sante Veronese. Consacrata nel 1829, subì un primo restauro nel 1870. Distrutta durante la prima guerra mondiale, fu sostituita da una nuova costruzione in stile romanico con tre altari e campanile; inaugurata nel 1926, la chiesa fu consacrata il 28 settembre 1946.

L'ARTE

Nel presbiterio della chiesa parrocchiale di Lastebasse è visibile un olio su tela raffigurante San Marco evangelista che sta predicando ad Alessandria d’Egitto (nella foto); il quadro fu eseguito nel 1926 dal padovano Giovanni Dandolo. Il soggetto dell’opera si ispira alla tradizione, sostenuta da Eusebio e poi ripresa nella Leggenda aurea di Jacopo da Varagine, secondo la quale Marco avrebbe predicato a Cipro e ad Alessandria d’Egitto, dove avrebbe fondato la prima chiesa cristiana. Sempre in Alessandria sarebbe stato martirizzato.
Di notevole fattura artistica è lo sportello del tabernacolo opera del 1954 della bottega veronese di Gino Legnaghi: in argento fuso e ottone stampato, raffigura la Cena in Emmaus. Artisti trentini hanno eseguito nel 1984 la vetrata dell’abside, in pasta colorata, cotta a fuoco e legata in piombo raffigurante San Francesco d’Assisi.

FESTE

Titolare: san Marco evangelista; festa patronale: 25 aprile, festa dell’anziano.

LUOGHI SACRI MINORI

Chiesa minore di San Prosdocimo a Posta Montepiano (1627, riedificata nel 1878). Oratori: Santi Fermo e Rustico sul monte Fiorentin (1833); San Rocco in contrada Busatti (1860); Santa Barbara in contrada Giaconi (1910); San Giovanni Gualberto in Restele; Santo Stefano a Monte Piano.


Stampa
Copyright 2010 La Difesa del Popolo - www.difesapopolo.it
?