Stampa

S. Gertrude - Rotzo
Rotzo
LA STORIA

Il nome anticamente era Rozo e Rocium. Considerato di origine germanica, in realtà sembra derivare dal vicentino rozzo, gruppo di case. Un atto notarile redatto in occasione dell’acquisto di vari possedimenti da parte di Ezzelino III da Romano nel 1250, segnala la presenza di una chiesa parrocchiale dedicata a santa Gertrude. Nella decima papale del 1297, la chiesa di Rotzo risulta dipendente dalla pieve di Caltrano; Santa Gertrude di Rotzo è ricordata come cappella di Caltrano anche nei secoli 15° e 16°. Il comune la mantenne e conservò il diritto di patronato fino al 1945. La chiesa fu ricostruita dopo il 1761 e consacrata nel 1763 da Marco Corner, vescovo di Torcello; venne eretta ad arcipretale dal vescovo Nicolò Giustiniani il 1795. Durante la prima guerra mondiale, l’edificio venne completamente distrutto; rifatto in stile gotico, fu consacrato nel 1938. È stata di recente restaurata esternamente.

L'ARTE

È stata eseguita nel 1928 dal pittore vicentino Giuseppe Mincato la tela raffigurante Santa Gertrude che fa l’elemosina nella chiesa di Rotzo. Il presbiterio è ornato da un affresco murale del 1937 eseguito dall’artista padovano Antonio Soranzo rappresentante Dio Padre benedicente. Nell’antica chiesetta di Santa Margherita è conservata una preziosa campana (nella foto) risalente al 1439. Realizzata in bronzo fuso e cesellato, fu portata in Austria durante la seconda guerra mondiale e risparmiata dalla fusione in seguito al riconoscimento del suo valore storico. Alla fine degli eventi bellici, potè ritornare nella sede originaria.

 

LUOGHI SACRI MINORI

Oratori pubblici: San Francesco a Campolongo (2001); San Rocco (restaurata di recente); Santa Margherita (recente restauro esterno).

FESTE

Titolare: santa Gertrude di Nivelles; festa liturgica: 17 marzo.
Altre feste parrocchiali: festa di Settembre con i terziari francescani e il comune di Rotzo: 14 settembre; festa di Santa Margherita, insieme ai sacerdoti nativi dell’Altopiano o che vi operano: intorno al 20 luglio.


Stampa
Copyright 2010 La Difesa del Popolo - www.difesapopolo.it
?